Rilancio delle Aree di Crisi

dal 4 aprile 2017 il via alla presentazione delle

domande di ammissione 

Dal 4 aprile 2017 via alla presentazione delle domande di agevolazione per i programmi di investimento presentati nei territori delle aree di crisi industriale non complessa, che potranno beneficiare degli incentivi previsti dalla legge 181/89. 

La legge 181/89 finanzia programmi di investimento produttivo o programmi per la tutela ambientale, completati eventualmente da progetti per innovare l’organizzazione.

Gli investimenti devono prevedere spese per almeno 1,5 milioni di euro

Le agevolazioni finanziarie possono coprire fino al 75% dell’investimento ammissibile con:

  • contributo a fondo perduto in conto impianti

  • contributo a fondo perduto alla spesa

  • finanziamento agevolato

                       

SOGGETTI BENEFICIARI

- Piccole Medie e Grandi Imprese (sulla base dei criteri indicati dal Regolamento GBER);

- Società di capitali (incluse le società cooperative);

- Società consortili. 

ATTIVITA’ ECONOMICHE AMMESSE

a) estrazione di minerali da cave e miniere, con esclusione delle miniere di carbone non competitive di cui alla decisione 2010/787/UE del Consiglio;

b) attività manifatturiere;

c) produzione di energia, limitatamente ai programmi di investimento produttivo di cui al punto 5.2 qualora le agevolazioni siano concesse ai sensi dell’art. 17 del Regolamento GBER ovvero ai programmi di investimento per tutela ambientale di cui al punto 5.4 lettere d) ed e);

d) attività dei servizi alle imprese;

e) attività turistiche, intese come attività finalizzate allo sviluppo dell’offerta turistica attraverso il potenziamento e il miglioramento della qualità dell’offerta ricettiva. Per il dettaglio vedi Allegato 1 Circolare del 6 agosto 2015.

PROGRAMMI AMMISSIBILI

- Programmi di investimento produttivo (realizzazione nuove unità produttive, ampliamento e/o riqualificazione unità produttive esistenti, acquisizione di attive di uno stabilimento);

- Programmi di investimento per la tutela ambientale;

- Progetti per l’innovazione dell’organizzazione (per un ammontare non superiore al 20% del totale degli investimenti ammissibili).

SPESE AGEVOLABILI

Programmi di investimento produttivo: 

a) suolo aziendale e sue sistemazioni;

b) opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali;

c) macchinari, impianti ed attrezzature varie;

d) programmi informatici dedicati esclusivamente all’utilizzo dei beni di cui alla lettera c), commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;

e) immobilizzazioni immateriali, così come individuate all’art. 2, punto 30, Reg.to GBER. 

Programmi di investimento per la tutela ambientale: 

– i costi di investimento come determinati dagli artt. 36, 37, 38, 40, 41, 45, 47 Reg.to GBER.

Progetti per l’innovazione dell’organizzazione: 

a) personale dipendente limitatamente a tecnici, ricercatori e altro personale ausiliario, nella misura in cui sono impiegati nelle attività del progetto;

b) strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;

c) ricerca contrattuale, quali conoscenze e brevetti, nonché servizi di consulenza e altri servizi utilizzati esclusivamente per l’attività del progetto;

d) materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto.

Non sono ammesse le spese relative ai beni acquisiti con il sistema della locazione finanziaria, del leasing e del lease-back.

SOGLIA MINIMA DELLE SPESE AMMISSIBILI

1.500.000 di euro

 

CONTRIBUTO FINANZIARIO DEL SOGGETTO BENEFICIARIO

Pari ad almeno il 25% delle spese ammissibili complessive.

FORMA E INTENSITA’ DI AIUTO

-contributo in conto impianti;

- contributo diretto alla spesa;

- finanziamento agevolato (tasso d’interesse pari al 20% del tasso di riferimento vigente alla data di concessione delle agevolazioni).

Scarica l'elenco dei Comuni ammessi 

Per saperne di più,

chiedi di essere   

Contattato 

Sviluppo Impresa Consulting A.T.P.

di D'Antuono e Giannandrea

Via Mazara, n, 13,

67039 Sulmona (AQ)

P. IVA 01939540660

tel. 0864.950710

fax. 0864.950710

mail: info.sviluppoimpresaconsulting@gmail.com

Avv. Francesco D'Antuono       cell. 347.8206045

Dott. Valerio Giannandrea        cell. 347.5347040