Cerca
  • Francesco D'Antuono

Bando FIPIT – INAIL: nuovi incentivi a favore delle PMI del terziario


Nuove risorse a disposizione del bando FIPIT INAIL.

Saranno finanziati, con contributi pari al 65% e fino ad un massimo di 50 mila euro, gli interventi per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro presentati dalle PMI del terziario.

In particolare, saranno agevolati i progetti finalizzati alla riduzione e all’eliminazione dei rischi di taglio, ustioni, cadute e inquinamento acustico.

Gli indirizzi del nuovo bando FIPIT sono contenuti nella delibera INAIL n. 10/2016.

L’INAIL emanerà a breve il nuovo bando FIPIT che finanzierà gli interventi per l’aumento della sicurezza da parte delle PMI del terziario. 20 milioni di euro le risorse stanziate.

Nello specifico saranno finanziati progetti finalizzati ad introdurre in alcune attività del terziario miglioramenti delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, che determinino la riduzione e/o la eliminazione dei rischi di tagli, ustioni, cadute e e inquinamento acustico.

Il contributo, in conto capitale, sarà erogato fino ad una misura massima corrispondente al 65 % dei costi sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto. Questo è quanto stabilito dalla delibera dell’INAIL del 9 novembre 2016 n.10 .

Il nuovo bando FIPIT si rivolgerà al settore terziario, mentre i bandi precedentemente emanati nel 2014 erano diretti a finanziarele imprese del settore agricolo, lapideo e dell’edilizia.

L’INAIL, ha precisato nella delibera “di ritenere utile ricondurre i finanziamenti FIPIT ad un unico impianto ISI che consentirà di realizzare bandi in un’ottica di omogeneità, economicità e semplificazione, garantendo maggiore celerità delle procedure di finanziamento e superando la precedente modalità sperimentale”.

Imprese destinatarie

Potranno essere destinatari del nuovo bando FIPIT INAIL le PMI comprese quelle individuali, iscritte alla CCIAA, operanti nel settore terziario che realizzeranno progetti finalizzati ad introdurre miglioramenti delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, che determinino la riduzione e/o la eliminazione dei rischi di taglio, ustioni, cadute e rumore,garantendo la possibilità di finanziare, nell’ambito dello stesso progetto (rischio), più interventi come avviene anche nel bando ISI INAIL.

L’INAIL da deciso di finanziare solo i progetti delle imprese che hanno un’attività rientrante seguenti codici ATECO:

- 56.1 - Ristoranti e attività di ristorazione mobile;

- 56.2- Fornitura di pasti preparati (catering ed altri servizi di ristorazione);

- 56.3 - Bar ed altri servizi simili senza cucina;

- 47.11.40 - Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari;

- 47.29.90 - Commercio al dettaglio di altri prodotti alimentari in esercizi specializzati nca (non classificati altrove).

Contributo a fondo perduto del 65%

L’INAIL comunica che con il nuovo bando sarà concesso un contributo in conto capitale da erogare per la realizzazione dei progetti nella misura massima del 65% dei costi ammissibili, sostenuti e documentati.

Il contributo sarà erogato nella misura massima di 50.000 euro e nella misura minima di 2.000 euro.


0 visualizzazioni

Sviluppo Impresa Consulting A.T.P.

di D'Antuono e Giannandrea

Via Mazara, n, 13,

67039 Sulmona (AQ)

P. IVA 01939540660

tel. 0864.950710

fax. 0864.950710

mail: info.sviluppoimpresaconsulting@gmail.com

Avv. Francesco D'Antuono       cell. 347.8206045

Dott. Valerio Giannandrea        cell. 347.5347040